Statistiche web e counter web

sabato, dicembre 20, 2003

Eccomi qui alle 2 di notte

Parto con una nota di servizio, oggi ho localizzato il sito in inglese (alla fine l'ho fatto). Grazie pubblicamente a Giulia che si è sparata tutte le traduzioni senza rimpianti. Grazie davvero.
Torno alle mie lamentele. Guardo "Come te nessuno mai", forse per la 25sima volta, e mi rendo conto di quanto in fondo questo film rispecchi fedelmente la realtà scolastica in cui ho avuto la sfortuna di trovarmi. Ogni particolare di questo film mi ricorda il mio liceo di mer*a, gli anni buttati a discutere con i professori, con quei cogl*oni del collettivo, con quei criminali di CL. Ognuno convinto della propria idea, ognuno convinto di essere il futuro messia, il presente profeta proveniente dall'iperuranio, sceso ad insegnare ideali di giustizia e libertà a noi tutti. Ed io, nella cerchia dei "normali", dei cosidetti "sfigati" che già comprendevo l'inutilità dei singoli movimenti. Sono passati 10 anni. Ora quegli stessi sono laureati, fanno i mestieri borghesi che all'epoca combattevano, sfruttano i lavoratori che al tempo erano convinti di tutelare, affamano i bambini che sostenevano di aiutare. Ed io sempre qui, sempre lo stesso, sempre nella cerchia degli "sfigati". Sfigati, o coerenti, a tal punto da avere ancora le stesse idee 10 anni dopo, ancora gli stessi princìpi. Sono ancora io.
Incomprensibile ai miei occhi che questi felloni saranno la futura classe dirigente ed io, coerente, sarò per sempre un sottoposto.
Nonostante tutto credo che insegnerò a mio figlio che avere rispetto delle proprie idee significa essere una persona e non un burattino.
In fondo continuo a sperare che ci sia un giorno una sorta di capomastro che darà a Cesare ciò che è di Cesare. Lo spero davvero.
Ma in fondo temo che pioverà sempre sul bagnato.
Chi nasce storto non muore dritto.

Leo

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home