Statistiche web e counter web

domenica, gennaio 25, 2004

Aridaje

E io sarei fatalista? Ma come potrei non esserlo? Lo stesso vivere già di per se è un concentrato di sfiga cosmica. Ma che culo/sfiga bisogna avere ad essere il solo spermatozoo che feconda quell'uovo (marcio) di una donna impegnata a vaggire + che a procreare? Ma davvero esiste una definizione non cinica del concepimento? Ma la scusa di mer*a che le mamme propinano chi l'ha inventata? "Sei stato voluto, sei il figlio di una storia d'amore". Ma dovrei bermi queste caz*ate? Ammettiamolo; siamo tutti figli di una scopata. Scopata che nulla ha di così aulico, nulla ha di così pensato. Una scopata è una scopata. Un pezzo di una giornata. Come lo sono il caffè, la doccia o una scoreggia. Quindi sono figlio di un pezzo di una giornata? Forse voi. Io sono figlio di una sveltina in un cesso pubblico, figlio di un goldone rotto, figlio di una volontà mai comprovata. Insomma, come i cani randagi, consumo aria e cibo che non mi spettano di diritto. Eternamente secondo a qualcuno, eternamente debitore. Succube di personalità distorte date per buone in fase educativa. Pretendente ad un trono già assegnato. Secondo classificato al fotofinish in una corsa a 100 metri. Sempre pronto all'impegno, sempre costretto a disimpegnarmi. Giungo a conclusioni partorite per 20 anni.
E' inutile piangere sul latte versato, specie se rancido da tempo.

Leo

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home