Statistiche web e counter web

domenica, giugno 25, 2006

La gente mi chiede perchè mi vergogno di essere Italiano...

Ecco perchè:

Referendum, ultimo scontro
CdL: spoglio post partita. No del Viminale
Prodi canta sul palco a Bologna: bisogna votare no. Berlusconi: debolezze nella riforma, ma deve passare

ROMA - C’è Italia-Australia, meglio far slittare alle 20 di lunedì l’inizio dello spoglio delle schede del referendum costituzionale, chiede il comitato del Sì. Il leghista Roberto Calderoli, che teme il verificarsi di brogli nella concitazione dovuta alla contemporaneità della partita, vorrebbe che il governo varasse un decreto per modificare l’orario dello scrutinio. Ma nessuno prende in considerazione l’idea. Dal Viminale replicano dicendo che è stata inviata una circolare ai prefetti affinché sensibilizzino a loro volta i presidenti di seggio «in modo da evitare qualunque interferenza dovuta alla pur comprensibile aspirazione degli scrutatori di seguire la partita tifando per l’Italia». Insomma non se ne parla proprio.

Questa nazione, me lo auguro, imploderà prima o poi.
Come una moderna Atlantide.

Ma molto meno evoluta...

5 Comments:

Blogger Stidy said...

Tanto tra sei anni sarà tutto finito!

23:19  
Anonymous Anonimo said...

speriamo prima stidy,anche se i maya difficilmente sbagliavano;e poi non auguriamoci una nuova atlantide,basterebbe buttare qualche milioni di teste di cazzo nel cesso.
Nunca mas
Poets3957

15:05  
Blogger ant1 said...

Ahahah... =)

12:39  
Blogger bau_ said...

io mi vergognerei ancora di più dopo che L´On. Eur. Dep. Speroni ha detto che gli italiani e l'italia fanno schifo. prima eravamo coglioni, ora pure schifosi...certo, lui è padano, non italiano...ma i padani sono italiani o no?

12:31  
Blogger ochoalmocho said...

mi fa piacere che Speroni e i suoi complici dicano quelle cose, così quelle (troppe) teste di minchia che ancora non hanno capito che razza di gentaglia sia cominciano a farsi un'idea.....

00:13  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home