Statistiche web e counter web

sabato, aprile 22, 2006

Fare quest'ora alla mia età...
















Comincio a sentire profusi dolori articolari.
Il sonno però tarda a farsi sentire ed io, da solo, non trovo di meglio da fare se non girovagare per i siti del passato.
Scopro che tutti hanno un blog ormai. E' sconcertante rendersi conto di quanti passi avanti ha fatto la tecnologia al servizio dei mediocri. Una rete in cui tutti possono dire quello che vogliono non è + l'elite di cui facevo parte anni or sono. Solo noi avi abbiamo il diritto di saturare di keywords il NOSTRO mondo.
E invece gira e rigira salta fuori che il peggio cazzone di 15 anni si arroga il diritto di dire la sua.
Il mondo è cambiato, ma non credo poi così tanto.
Se sei un piscialletto di 15 anni devi pensare alla figa, a non farti sturare a scuola, a farti qualche cannetta per sentirti alternativo al sistema di cui sei colonna portante.
A che caz*o d'altro vorresti pensare?
E invece no. Tu sei convinto di essere diverso dagli altri, ti senti superiore, ti senti di poter rubare banda al MIO isp ricolmando di ovvietà i vari fotolog.net/splinder.com/etc. convinto che il mondo non attenda altro che il tuo parere.
Forse non hai ben focalizzato.
Forse hai bisogno di smetterla di ciucciarti il dito per addormentarti.
Forse la mamma non te l'ha detto e ti senti giustificato.

Sei uno stronzo peggio degli altri.
Sei peggio perchè nell'ignoranza dovresti essere conscio di non sapere.

Ora che ci penso forse pretendo troppo.
Dimenticavo che Socrate si studia al 3° anno.
Vedi di farti bocciare per preservare il tuo essere stolto.

Perchè l'ignoranza è un bene in questo mondo, lo ricordo per chi ha carenza di fosforo.

giovedì, aprile 20, 2006

...

















"La televisione vuole venderci una vita che non possiamo permetterci"

Per la gioia di tutti voi...

















...è stata ripristinata la sezione "Stracaz*i deL Dongiulio".

A presto nuove avventure.

mercoledì, aprile 19, 2006

"Cercasi Leo disperatamente"

















Non so mai se cominciare un post con "certe volte" o "sempre più spesso".

Ciò dovrebbe almeno far comprendere la confusione di fondo che c'è in me.

Spuntano dai dischi di backup immagini come questa che mi riportano alla mente le mie trasgressioni adolescenziali.
Quando dormivo con una bottiglia di Johnnie Walker nel comodino e fumavo 40 Diana Rosse al giorno.
Quando cantavo di seghe e sbronze e mi preoccupavo solo di trovare i soldi per sopravvivere un giorno in +.
Quando bastava uscire di casa per trovare un mondo diverso pronto ad accoglierti.
Quando la rete era mia e di pochi altri.
Quando ancora credevo negli altri esseri umani.

Quando ero me stesso. Me stesso è morto.

mercoledì, aprile 12, 2006

La vendetta dello stato















Se c'è una cosa che odio al di sopra di tutte è questo stato ladro e assassino. E lo sapete.
Se c'è una cosa che mi rende felice è il girare in macchina Lombardia, Italia e Europa.
Se c'è una cosa che mi rende orgoglioso è il non aver mai causato un incidente in vita mia.
Se c'è una cosa che mi spinge a diventare libero professionista solo per poter evadere le tasse sono quei maledetti figli di troia denominati "Polizia Municipale" e derivati che campano con i miei soldi facendo cassa multandomi adducendo pulizie della strada mai eseguite.

Ma in assoluto la cosa che mi fa incazzare oltre ogni mio limite è il dover regalare 143 fottutissimi euro e 2 stramaledetti punti della mia patente alla sanguinaria Regione Lombardia per essermi permesso di transitare a 68km/h sulla circonvallazione est di Milano all'una di notte.

Siano maledetti i nostri governanti e le loro leggi ad hoc che salvano Fiat, Alitalia e FS con i miei soldi mentre io vengo derubato di 1/6 del mio stipendio mentre rischio di ingolfare la mia auto ad un'andatura in cui perfino i pensionati mi gridano da dietro "ma chi t'ha dato la patente, cornuto!".

Odio questo stato sovrano di politicancri che ci affamano, e odio i connazionali che li votano.

Odio il concetto di immunità che ha valore solo per chi non ne ha bisogno.

Odio, con tutto il mio cuore, la vostra lorda Italia di merda.

Leo

sabato, aprile 08, 2006

Erezioni Politiche 2006
















Dunque, domattina mi tocca rivedere quella stracazzo di sQuola elementare per esprimere il mio dissenso verso questa società.
Non vi ammorbo con inutili righe di rassegnazione, sapete come la penso.
Sapete tutti che, come voto di protesta, esprimerei preferenza al Partito Marxista-Leninista o a al Partito Nazional Fascista se potessi.

Solo perchè la nostra gretta plebe italiana non merità di meglio.

Buoni exit-pool buffoni, in attesa che vinca il vostro amico Portatore Nano di Democrazia o il suo alter ego Mortadellone.